Sono stati tre anni molto belli, intensi certo, ma sicuramente arricchenti. Mi sono iscritta perché sentivo la neccessità di trovare nuovo slancio per continuare “a fare catechismo”, e togliermi il senso di sconfitta che ormai mi impediva di vivere bene quest’esperienza.